Home/Servizi/Social card (o Carta Acquisti)

Servizi

Social card (o Carta Acquisti)

Sono disponibili i nuovi moduli di richiesta per l'anno 2018, scaricabili nella sezione Modulistica in fondo alla pagina.

Descrizione del servizio

La Social card (o Carta Acquisti), istituita con la manovra finanziaria del 2008 (D.L. n. 112 del 2008), è una carta di pagamento elettronico utilizzabile per il sostegno della spesa alimentare, sanitaria e il pagamento delle bollette della luce e del gas.

La Social card vale 40 euro al mese e viene caricata ogni due mesi con 80 euro sulla base degli stanziamenti via via disponibili.

Con la Carta si possono anche avere sconti nei negozi convenzionati che sostengono il programma Carta Acquisti e si potrà accedere automaticamente alla tariffa elettrica agevolata per il servizio di fornitura di energia elettrica (Bonus Energia).

Il contributo aggiuntivo per le spese riscaldamento e gas cucina è cessato il 31.12.12 a seguito del decreto Ministero lavoro ed Economia n.152 del 19.12.12.

Dove e a chi rivolgersi

(*)Servizio erogato tramite messaggi preregistrati

Presentazione della domanda

Chi può presentarla

Possono beneficiare della Carta Acquisti tutti coloro che hanno già compiuto 65 anni d'età o sono genitori di un bambino con meno di 3 anni d'età e in possesso dei requisiti stabiliti dal decreto legge n. 112 del 2008.

Requisiti del richiedente

Requisiti per chi ha più di 65 anni:
  • cittadinanza italiana, residenza in Italia e regolare iscrizione all'Anagrafe(*);
  • reddito proprio, compresi trattamenti pensionistici e assistenziali, inferiori a 6.836,29 euro l'anno (o di importo inferiore a 9.151,05 euro l'anno, se di età pari o superiore a 70 anni);
  • valore ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente), in corso di validità, inferiore a 6.836,29 euro;
  • non essere (da solo o insieme al coniuge):
    - intestatario/i di più di una utenza elettrica domestica;
    - intestatario/i di utenze elettriche non domestiche;
    - intestatario/i di più di una utenza del gas;
    - proprietario/i di più di un autoveicolo;
    - proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 25%, di più di un immobile ad uso abitativo;
    - proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 10%, di immobili non ad uso abitativo, inclusi quelli ubicati al di fuori del Territorio della Repubblica Italiana o di categoria catastale C7;
    - titolare/i di un patrimonio mobiliare, come rilevato nella dichiarazione ISEE, superiore a 15.000 euro ovvero, se detenuto all'estero e non già indicato nella dichiarazione ISEE, non superiore alla medesima soglia una volta convertito in Euro al cambio vigente al 31 dicembre dell'anno precedente la presentazione della dichiarazione ISEE;
  • non fruire di vitto assicurato dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni in quanto ricoverato in istituto di cura di lunga degenza o detenuto in istituto di pena.

Requisiti peri genitori di un bambino al di sotto dei tre anni:
  • cittadinanza italiana, residenza in Italia e regolare iscrizione all'Anagrafe(*);
  • valore ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente), in corso di validità, inferiore a 6.836,29 euro;
  • non essere (da solo o insieme ad altro genitorei o altro esercente la potestà genitoriale o altro soggetto affidatario)
    - intestatario/i di più di una utenza elettrica domestica;
    - intestatario/i di più di una utenza elettrica non domestica;
    - intestatario/i di più di due utenze del gas;
    - proprietario/i di più di due autoveicoli;
    - proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 25%, di più di un immobile ad uso abitativo;
    - proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 10%, di immobili non ad uso abitativo, inclusi quelli ubicati al di fuori del Territorio della Repubblica Italiana o di categoria catastale C7;
    - titolare/i di un patrimonio mobiliare, come rilevato nella dichiarazione ISEE, superiore a 15.000 euro ovvero, se detenuto all'estero e non già indicato nella dichiarazione ISEE, non superiore alla medesima soglia una volta convertito in Euro al cambio vigente al 31 dicembre dell'anno precedente la presentazione della dichiarazione ISEE.

* Con Legge 27 dicembre 2013, n. 147 (art. 1 comma 216), dal 1 gennaio 2014 viene esteso il beneficio anche ai cittadini di Stati membri dell’Unione europea e loro familiari e ai cittadini di Stati terzi non membri UE soggiornanti in Italia con il permesso di soggiorno per lungosoggiornanti di cui all’art. 9 del d.lgs. n. 286/98.
L’estensione vale anche per rifugiati e titolari di protezione sussidiaria che pure sono equiparati ai cittadini italiani nell’ambito dell’assistenza sociale per effetto della convenzione ONU di Ginevra del 1951 e delle norme della direttiva europea n. 83/2004, così come recepita dal d.lgs. n. 251/2007 (art. 27).

Modalità di presentazione

Per richiedere la social card è necessario compilare il modulo di domanda.

Il modulo è disponibile oltre che in allegato a questa scheda, anche presso gli uffici postali, sul sito internet del Ministero dell'Economia e delle Finanze, sul sito di Poste Italiane o sul sito dell'Inps.

Iil modulo compilato va consegnato all'ufficio postale più vicino con allegati:

  • l'originale e una fotocopia del documento di identità del richiedente;
  • l'attestazione ISEE valida, anche in fotocopia, oppure l'attestazione provvisoria rilasciata dal CAF (Centro di Assistenza Fiscale);
  • l'originale e una fotocopia del documento di identità dell'eventuale persona delegata come titolare della Carta (solo per richiedente con più di 65 anni)

Scadenza per la presentazione

Le Social card già assegnate non hanno scadenza, ma l'ISEE deve conservare la sua validità in ogni bimestre in cui avviene l'accredito: in caso di scadenza della stessa, l'Inps sospende l'accredito.

Il beneficio cessa al modificarsi della situazione reddituale.

Variazioni

Il beneficiario della carta ha l’opportunità di modificare le informazioni sulla residenza, sulla intestazione di utenze di gas naturale o GPL, ovvero le informazioni contenute nel quadro 5 della domanda presentata inizialmente ed altro, attraverso una dichiarazione di variazione.

Risposta

Modalità

L'Ufficio Postale, dopo una verifica della completezza e conformità della documentazione presentata, rilascerà una copia della richiesta.

Qualora le domanda della Carta Acquisti venga accettata, verrà sarà recapitata, presso l'indirizzo di residenza indicato, una comunicazione con l'invito a recarsi presso un Ufficio Postale abilitato, per il ritiro della Carta Acquisti elettronica. Sulla carta sarà già disponibile, e immediatamente utilizzabile, l'importo complessivo spettante nel bimestre in corso alla data di presentazione della domanda.

Per effettuare il ritiro occorre presentare la suddetta comunicazione in originale, la copia della richiesta e un documento d'identità in corso di validità (o un documento d'identità dell'eventuale persona delegata come titolare della Carta, solo per richiedente con più di 65 anni)

L'Amministrazione si riserva di procedere alla verifica del possesso e del mantenimento dei requisiti necessari ad ottenere il contributo, anche successivamente alla consegna della Carta Acquisti.