Home/Servizi/Assistenza domiciliare e prestazioni a sostegno della domiciliarità

Servizi

Assistenza domiciliare e prestazioni a sostegno della domiciliarità

Descrizione del servizio

Il servizio di assistenza domiciliare consiste in diverse prestazioni per favorire la permanenza dell'anziano nella propria abitazione:

  • Servizio assistenza domiciliare (SAD): consiste in prestazioni dirette alla persona, cioè interventi a domicilio per anziani parzialmente autosufficienti, mediante personale in convenzione, qualificato e con la necessaria esperienza. Il servizio funziona nei giorni feriali dalle 7.30 alle 19.00 e, in forma ridotta, per le situazioni di effettiva necessità, anche nelle giornate festive.
    Il servizio consiste in un aiuto personale all'anziano presso la sua abitazione per le attività quotidiane quali igiene personale, deambulazione fuori e dentro l'abitazione, mobilizzazione.
  • Asistenza domiciliare integrata (AssDI): fornisce l'assistenza domiciliare come sopra, per anziani con maggior grado di non autosufficieza.
  • Servizo recapito pasto a domicilio: consiste nella consegna quotidiana di un pasto caldo completo a domicilio, a pagamento, dal lunedi al venerdì, ed in caso di condizioni sociali e familiari particolarmente disagiate anche il sabato e nelle giornate festive.
  • Servizio volontariato tramite convenzione AUSER: il servizio ha lo scopo di favorire la socializzazione o le esigenze di trasporto e accompagnamento degli anziani soli o con scarsa rete relazionale.

Il servizio prevede per le situazioni economicamente più disagiate anche un aiuto per la cura e l'igiene dell'ambiente di vita e piccole commissioni e accompagnamenti fuori dall'alloggio.

Gli interventi a domicilio sono affidati a personale in convenzione, qualificato e con la necessaria esperienza.

Dove e a chi rivolgersi

Presentazione della domanda

Chi può presentarla

Il servizio può essere richiesto dal diretto interessato, oppure da un parente, conoscente o persona che abbia in cura l'anziano, segnalando allo sportello sociale la situazione di bisogno o disagio.

Requisiti del richiedente

Possono accedere al servizio i residenti o domiciliati nel Comune di San Lazzaro di Savena che:

  • abbiano più di 65 anni e siano non autosufficienti in via permanente o transitoria, o a rischio di non autosufficienza;
  • siano adulti affetti da patologie geriatriche (come previsto dall'Art.2, 2° comma - L.R. 5/94)

Documenti da presentare

Il modulo di domanda verrà consegnato al richiedente dall'assistente sociale che fornirà anche tutte le informazioni relative alla documentazione da allegare e all'iter del procedimento

La documentazione economica e sanitaria dell'interessato viene di volta in volta richiesta dall'assistente sociale.

Modalità di presentazione

Per accedere al Servizio di Assistenza Domiciliare bisogna richiedere presso lo Sportello Sociale, negli orari di apertura al pubblico, un colloquio con l'assistente sociale.
Se il richiedente è già in carico al servizio (cioè ha già avuto un primo colloquio con l'assistente sociale anche per motivi diversi) si può rivolgere direttamente all'assistente sociale responsabile del suo caso.

L'assistente sociale esamina la situazione di bisogno/disagio sociale ed elabora un piano assistenziale individuale. In ogni caso, il modulo di domanda verrà consegnato al richiedente dall'assistente sociale che fornirà anche tutte le informazioni relative alla documentazione da allegare e all'iter del procedimento.

Costi per il cittadino e modalità di pagamento

È prevista la partecipazione ai costi del servizio per l'Assitenza domiciliare (prestazioni dirette alla persona) con un importo massimo orario di 9,29 euro per l'asdi (assistenza domiciliare integrata) e 18,96 euro il sad (servizio assistenza domiciliare). Può comunque essere richiesta l'assegnazione di una tariffa ridotta sulla base della situazione economica del nucleo familiare.La quota di contribuzione mensile alle prestazioni di assistenza domiciliare viene calcolata in relazione all'ISEE, sulla base delle ore o frazione di ora di servizio effettivamente prestato nell'arco del mese.

Per il pasto a domicilio la contribuzione è fissata a 5,04 euro per pasto.

È prevista l'esenzione al costo del pasto solo per chi ha i requisiti previsti dal Regolamento per la concessione di benefici economici per condizione di indigenza.

Per l'attivazione del Servizio di volontariato non è previsto nessun costo a carico dell'utente.

Risposta

Tempi

Entro 30 giorni dalla data di richiesta del servizio.

Modalità

L' assistente sociale, responsabile del caso, a seguito del primo colloquio, raccoglie le informazioni, valuta la situazione di bisogno/disagio sociale ed elabora un piano socio-assistenziale individuale con un progetto personalizzato di assistenza domiciliare

I progetti di Assistenza Domiciliare hanno una scadenza temporale definita all'ammissione ma si possono interrompere in caso di modifica del progetto socio-assitenziale su proposta della famiglia o del Responsabile del caso, oppure per rinuncia da parte dell'interessato.

Responsabile del procedimento

Maria Rosa Ianuario - Servizi sociali per anziani

Funzionario sostituto ai sensi della L. 241/90

Giovanni Agrestini - Settore Welfare