Home/Pubblicazioni e Guide/Amministrazione condivisa dei beni comuni

Pubblicazioni e Guide

Amministrazione condivisa dei beni comuni

Rapporto Labsus 2016

labsus 300x218Il Rapporto Labsus 2016 è dedicato ai patti di collaborazione fra cittadini e amministrazioni, lo strumento giuridico che trasforma le capacità dei cittadini in interventi di cura dei beni comuni. Sono tre i passaggi fondamentali per prendersi concretamente cura dei beni comuni:

  • l'articolo 118, ultimo comma, della Costituzione
  • il Regolamento per l'amministrazione condivisa dei beni comuni
  • i patti di collaborazione.

Il Rapporto 2016 evidenzia come ogni patto è diverso da un altro perché, nonostante che i beni comuni di cui si prendono cura i cittadini attivi siano spesso gli stessi in tutta Italia, quelli che cambiano sono i soggetti che stipulano i patti, cioè i cittadini e le amministrazioni locali.

Possono infatti sottoscrivere un patto: comitati informali di cittadini, soggetti del Terzo Settore, imprese, associazioni di migranti, fondazioni, professionisti e così via.

Nell'articolare i contenuti di un patto di collaborazione, cittadini e amministrazione insieme definiscono cosa è nell'interesse generale della comunità e come perseguirlo, con quali strumenti, mezzi, procedure, etc. I cittadini diventano in tal modo, insieme con l'amministrazione, un "centro di produzione del diritto" e quel patto di collaborazione, individuando l'interesse generale della comunità nel caso concreto di cura o gestione di un bene comune, diventa fonte del diritto pubblico.