Home/Notizie/Reddito di solidarietà della regione Emilia-Romagna

Notizie

Reddito di solidarietà della regione Emilia-Romagna

Un sostegno per persone e famiglie in gravi difficoltà economiche
Reddito di solidarietà della regione Emilia-Romagna
L'Assemblea Legislativa ha approvato l'istituzione del Reddito di Solidarietà in Emilia-Romagna, un sostegno a chi economicamente è più in difficoltà.
Fino a un massimo di 400 euro al mese per un anno grazie alla norma, la prima del suo genere in Italia, alla quale potranno accedere le famiglie di cui almeno un componente sia residente in Emilia-Romagna da almeno 24 mesi, con ISEE inferiore o uguale ai 3.000 euro.

Al reddito di solidarietà sono stati destinati 35 milioni stanziati dalla Giunta che si aggiungono ai 37 che lo Stato ha erogato all'Emilia-Romagna per il Sostegno all'inclusione attiva (Sia), misura che il Reddito di solidarietà regionale (Res) affiancherà e integrerà.

Il Res, infatti, amplia la platea dei potenziali fruitori (il Sia è previsto per i nuclei familiari con un minore, o un figlio disabile, o una donna in stato di gravidanza) a qualsiasi tipo di nucleo anche composto da una sola persona. L'accesso al Res dovrà essere accompagnato da un progetto di attivazione sociale e inserimento lavorativo.

Il regolamento attuativo, contenente le modalità per presentare domanda, sarà emanto dalla Giunta Regionale entro 60 giorni dall'entrata in vigore della legge.