Home/Notizie/Contributo economico per soggiorni estivi per adulti con disabilità

Notizie

Contributo economico per soggiorni estivi per adulti con disabilità

Le domande entro il 31 ottobre 2020
Soggiorni estivi disabili

Fino al 31 ottobre 2020, le persone con disabilità, dai 18 ai 64 anni, in carico all'Unità Adulta con Disabilità del Distretto di San Lazzaro, possono richiedere un contributo economico forfettario per i soggiorni estivi, con o senza i familiari, effettuati nel 2020.

Possono presentare domanda le persone con invalidità non inferiore al 67% o in possesso della certificazione di invalidità ai sensi della Legge 104, residenti nei Comuni del Distretto (San Lazzaro, Ozzano, Pianoro, Monterenzio, Loiano e Monghidoro).

Il limite Isee ordinario per richiedere il contributo economico è pari o inferiore a 34.000 euro.

L'utente dovrà provvedere a pagare interamente la quota del soggiorno e l'eventuale contributo potrà essere erogato previa presentazione della documentazione attestante le spese sostenute. Non possono ottenere il contributo coloro che ricevono un sostegno economico, per le medesime finalità, da parte di un Ente Pubblico (es. Bonus Vacanza). Per coloro che usufruiscono nello stesso periodo di vacanza prescelto di un servizio socio-sanitario (es. frequenza ai centri diurni, laboratori) il contributo forfettario è diminuito ad un massimo di 150 euro .

Le domande vanno presentate presso l'Azienda USL - Distretto di San Lazzaro di Savena USSI Disabili adulti tramite:

Alla domanda di richiesta del contributo economico anno 2020 dovranno essere allegati:

  • ISEE ordinario anno 2020 (pari o inferiore a 34.000 euro)
  • copia del Certificato di invalidità e/o Legge 104
  • documentazione relativa alle spese sostenute (alberghiere, locazione, spese di viaggio con mezzi pubblici collettivi, attestazione della spesa sostenuta alla partecipazione anche giornaliera di soggiorni organizzati da cooperative, associazioni, onlus, altri appartenenti al terzo settore).

Il contributo massimo erogabile sarà pari a 300 euro per coloro che organizzeranno periodi di vacanza in proprio o con la famiglia e di 500 euro per coloro che usufruiranno di iniziative, anche giornaliere, organizzate da associazioni, onlus, cooperative del terzo settore con il supporto educativo.

Per maggiori informazioni consulta l'avviso completo.