Home/Notizie/Anziani, disabili e poveri. Dalla Regione un bando per l'innovazione sociale

Notizie

Anziani, disabili e poveri. Dalla Regione un bando per l'innovazione sociale

Le domande entro il 14 luglio
Bando DGR 699/2018

Con un finanziamento superiore a 1,7 milioni di euro, la Regione indice un bando rivolto a organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale per rendere più innovativo il welfare dell'Emilia-Romagna attraverso progetti in ambito sociale.

Si va dall'assistenza socio-sanitaria all'inclusione sociale delle persone disabili e non autosufficienti, dall'integrazione dei migranti all'inserimento lavorativo delle fasce deboli della popolazione. E, ancora, dagli interventi a favore dei cittadini che vivono in povertà assoluta o senza fissa dimora, fino al coinvolgimento degli anziani, a volte soli, in attività di socializzazione. Nella costruzione dei progetti, oltre a quelli del Terzo Settore, potranno essere coinvolti anche soggetti pubblici e privati del territorio.

Il numero dei progetti realizzabili potrà variare, a livello locale, in base ai singoli budget territoriali messi a disposizione, in proporzione al numero dei cittadini residenti: a Bologna andranno 391.500 euro, a Modena 272.400 euro, a Reggio nell'Emilia 206.700 euro, a Parma 156.200 euro, a Forlì-Cesena 153.000 euro, a Ravenna 152.100 euro, a Ferrara 135.500 euro, a Rimini 130.900 euro, a Piacenza 128.700 euro.

Il finanziamento regionale richiesto per ciascuno progetto non potrà essere inferiore a 12.000 euro né superare l'importo di 22.500 euro.

Per presentare i progetti e richiedere i contributi occorre seguire la procedura indicata alla pagina dedicata del sito web E.R. - Sociale.

Le domande e la relativa documentazione dovranno essere trasmesse entro le ore 12:00 del 14 luglio 2018 contestualmente:

  • alla Regione Emilia-Romagna, Servizio Politiche per l'integrazione sociale il contrasto alla povertà e Terzo settore, via posta PEC all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e via posta mail normale all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • e anche agli Uffici di Piano referenti agli indirizzi di cui alla tabella all'Allegato B) della deliberazione di G.R. n. 699/2018.