Articoli

Buoni spesa per le famiglie in difficoltà

Domande da presentare online entro l'11 febbraio 2021

Nel caso di istanze presentate nel mese di gennaio, quindi con riferimento alla situazione economica al 31 dicembre 2020 e il cui procedimento si sia già concluso con l’esclusione della domanda, i cittadini possono ripresentare nuova domanda entro l'11 febbraio 2021 con riferimento alla situazione economica al 31 gennaio 2021, così come indicato con Integrazione  del 25/01/2021.

Buoni spesa per le famiglie in difficoltà

I fondi governativi destinati al Comune di San Lazzaro per il sostegno alimentare alle famiglie in difficoltà a causa del perdurare dell'emergenza sanitaria ammontano a 172.000 euro.

I fondi saranno distribuiti mediante buoni spesa elettronici per l’acquisto di generi alimentari.

Compila l'autodichiarazione:

Importo dei buoni spesa

Il contributo concedibile mediante buono spesa è una tantum e l’importo dei buoni è riferito al numero di componenti del nucleo familiare come segue:

  • 1 persona – 150 euro
  • 2 persone – 250 euro
  • 3 persone – 350 euro
  • 4 persone – 400 euro
  • 5 persone – 500 euro
  • 6 persone e più – 600 euro

Destinatari

Sono destinatari dei buoni spesa le persone e i nuclei familiari residenti nel comune di San Lazzaro di Savena ed altresì le persone e i nuclei domiciliati nel Comune per motivi di lavoro, o a causa dell’obbligo correlato a provvedimenti di permanenza domiciliare con sorveglianza sanitaria o ad altri provvedimenti cogenti connessi all’emergenza sanitaria in corso, i quali presentino l’apposita autodichiarazione di trovarsi in situazione di indigenza economica a causa della emergenza sanitaria in atto, specificando la causa che ha portato a tale condizione.

Tra le cause degli effetti economici negativi, anche temporanei, generati dell'emergenza da COVID-19, in conseguenza delle limitazioni delle attività economiche e produttive, della contrazione dei volumi di lavoro, o a causa dell’obbligo di permanenza domiciliare con sorveglianza sanitaria, rientrano:

  • la sospensione o chiusura o significativa riduzione di attività, autonoma o subordinata, da parte di nuclei familiari, in base ai decreti o ordinanze statali o regionali o altro provvedimento, che determina indisponibilità di risorse per il proprio sostentamento;
  • la perdita o la riduzione del lavoro senza attivazione di ammortizzatori sociali, in attesa di ammortizzatori sociali non ancora liquidati, ovvero con ammortizzatori insufficienti in relazione al fabbisogno familiare;
  • la sospensione temporanea ovvero la riduzione significativa delle attività con partita IVA rientranti nelle professioni, nel commercio e nelle attività produttive/artigianali;
  • l’impossibilità di percepire reddito derivante da prestazioni occasionali/stagionali o intermittenti, a causa della contrazione delle chiamate o della cessazione di fatto dell’attività svolta, in conseguenza dell'emergenza da COVID-19;
  • altre cause da specificarsi da parte dell’istante nell’autodichiarazione.

Nell'autodichiarazione, oltre ai requisiti necessari per accedere ai benefici, il richiedente dovrà attestare, per sé e per il nucleo familiare, di non avere presentato analoga domanda in altro Comune.

Sono escluse dalla concessione dei buoni spesa le persone/nuclei familiari che, alla data dell’ultimo giorno del mese antecedente la presentazione della domanda, detengano depositi bancari, depositi postali, azioni, titoli e altri prodotti finanziari il cui cumulo sia di importo complessivamente superiore a:

  • € 5.000,00 per i nuclei unipersonali;
  • € 10.000,00 per i nuclei composti da 2 persone;
  • € 15.000,00 per i nuclei composti da 3 o più persone.

Sono altresì escluse dalla concessione dei buoni spesa le persone/nuclei familiari che abbiano percepito, alla data dell’ultimo giorno del mese antecedente la presentazione della domanda, redditi, contributi e sussidi di qualsiasi natura, comprese rendite patrimoniali, quali cedole di titoli, corrispettivi di locazioni, ecc., di importo complessivo superiore a:

  • € 700,00 per i nuclei unipersonali;
  • € 1.200,00 per i nuclei composti da 2 persone;
  • € 1.650,00 per i nuclei composti da 3 persone;
  • € 2.050,00 per i nuclei composti da 4 persone;
  • € 2.350,00 per i nuclei composti da 5 persone;
  • € 2.650,00 per i nuclei composti da 6 o più persone.

Gli importi sopra indicati si intendono riferiti al solo mese antecedente la presentazione della domanda (es. mese di dicembre se la domanda è presentata in gennaio).

Sarà possibile indicare anche le eventuali spese effettivamente sostenute - alla data dell’ultimo giorno del mese antecedente la presentazione della domanda - per l’abitazione principale, costituite da:

  • corrispettivo mensile del canone di locazione;
  • corrispettivo mensile del diritto di godimento per alloggi di locazione permanente a proprietà indivisa;
  • corrispettivo mensile del rateo di mutuo.

Tali spese, se indicate e debitamente documentate, saranno detratte - a cura degli uffici comunali che esamineranno le domande - ai fini della valutazione del cumulo dei redditi sopra indicati.

Sono infine esclusi dalla concessione dei buoni spesa i nuclei familiari unicamente percettori di redditi da pensione.

Alla concessione dei buoni spesa sono ammessi prioritariamente persone/nuclei familiari che alla data dell’ultimo giorno del mese antecedente la presentazione della domanda non abbiano percepito contributo o sostegno pubblico al reddito, con specifico riferimento ai contributi erogati dai Servizi sociali a sostegno del reddito, compresi buoni pasto e/o buoni spesa.

Sono invece ammessi secondariamente le persone/nuclei familiari che hanno percepito alla data dell’ultimo giorno del mese antecedente la presentazione della domanda qualcuno dei contributi o sostegni pubblici al reddito sopra richiamati. Tale ammissione secondaria potrà avvenire solo compatibilmente alla disponibilità delle risorse economiche, con priorità per i nuclei familiari monogenitoriali e per i nuclei familiari più numerosi.

Modalità di presentazione della domanda ed erogazione dei buoni spesa

Occorre compilare l'autodichiarazione:

Le domande possono essere presentate esclusivamente tramite questi moduli on-line (con o senza autenticazione) dal 04/01/2021 fino al 11/02/2021 incluso. Non saranno considerate le domande pervenute oltre tale termine.

L’erogazione del beneficio avverrà a favore delle istanze verificate in possesso di tutti i requisiti d’accesso secondo l’ordine cronologico di ricezione delle stesse: a tal fine farà fede la registrazione della domanda on-line certificata dalla data e ora attribuite automaticamente all’istanza dal sistema informatico a conclusione della procedura di presentazione.

L’erogazione del beneficio agli aventi diritto avverrà in ogni caso fino a esaurimento delle risorse disponibili; quindi non tutte le domande presentate, pur in condizione di ammissibilità, potranno essere soddisfatte.

I buoni spesa verranno erogati sotto forma di buoni elettronici dotati di codice a barre inviati ai beneficiari tramite email o via smartphone, in modo tale da renderli utilizzabili in tempi rapidi ed evitare modalità di ritiro in presenza.

Solo in caso di comprovata difficoltà-impossibilità di ricezione dei buoni spesa in formato elettronico l’Amministrazione comunale provvederà alla consegna dei buoni spesa in formato cartaceo.

Dove spendere i buoni spesa

L'elenco con gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa e convenzionati con la società erogatrice dei buoni spesa è disponibile nel box in fondo alla pagina..

Il beneficiario può utilizzare il buono spesa nell’esercizio commerciale convenzionato.

Le attività che vendono generi alimentari e beni essenziali possono iscriversi all'elenco delle attività che accettano i buoni spesa. Clicca qui per sapere come fare

Contatti

Per ogni ulteriore informazione, gli interessati potranno contattare lo Sportello Sociale di via Emilia 90, nei giorni da lunedì al giovedì dalle ore 8:30 alle ore 12:30 e giovedì pomeriggio dalle ore 14:30 alle ore 17:30

  • telefonicamente al numero 051 6228255
  • all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.