Lavoro femminile in Emilia-Romagna

donne lavoro covidLa Regione Emilia-Romagna ha pubblicato sul proprio sito il Rapporto "Emergenza Covid: l’impatto sulle donne e le azioni promosse dalla Regione Emilia-Romagna" frutto della collaborazione tra il Servizio Politiche sociali e socio educative ed il Servizio Statistica e sistemi informativi geografici della Regione.

Quello che si registra nel report è una situazione di partenza migliore, in linea con le più avanzate realtà europee, ma che presenta ancora criticità che la pandemia ha aggravato.

La questione femminile è trasversale a tutte le politiche regionali: dal nuovo “Patto per il lavoro e il clima”, al “Tavolo permanente per le politiche di genere” (che riunisce Centri anti violenza, Enti locali, sindacati, Rappresentanze economiche e sociali, oltre ai principali organismi di garanzia del settore), all'"Area integrazione del punto di vista di genere” formata da rappresentanti di tutte le Direzioni generali. E dovrà tradursi in una sempre maggior attenzione a favore di provvedimenti concreti per quanto riguarda innanzi tutto il settore del lavoro e formazione.

Sono in totale 42 i progetti per favorire l’accesso al lavoro, i percorsi di carriera e la promozione di progetti di welfare aziendale.

Documentazione

Collegamenti utili