Articoli

Volontariato e associazionismo

La Giunta regionale ha approvato un nuovo progetto di legge
Volontariato e associazionismo

3.993 associazioni, oltre 3.000 organizzazioni di volontariato e 729 cooperative sociali. Questa la fotografia del Terzo Settore in Emilia-Romagna, tra le regioni in Italia con il maggior numero di istituzioni no profit.

Per valorizzare questo patrimonio la Giunta regionale ha approvato un nuovo progetto di legge che anticipa alcuni aspetti contenuti nella riforma nazionale del settore, come la semplificazione delle forme di rappresentanza e la razionalizzazione delle sedi, degli strumenti e delle modalità di confronto.

Si tratta di un secondo tassello nella riforma del sistema, avviata nel 2014 con la Legge regionale n. 8 che riuniva in un unico registro regionale tutti i registri provinciali; con il provvedimento approvato dalla Giunta, vengono unificati gli Osservatori del volontariato e delle associazioni di promozione sociale, che faranno capo all'Osservatorio del Terzo Settore.

Con questa proposta di legge la Regione interviene definendo criteri minimi a garanzia dei principi irrinunciabili di democraticità, responsabilità, rappresentatività, trasparenza e si impegna a promuoverne la costituzione sull'intero territorio regionale.

La modifica è finalizzata a rafforzare gli organismi di rappresentanza, per favorire la massima partecipazione del Terzo settore nella programmazione.