Articoli

Inserimento lavorativo dei disabili

Slitta di un anno l'obbligo di assunzione
Inserimento lavorativo dei disabili

Le nuove regole contenute nel Jobs Act avevano previsto l'assunzione obbligatoria di dipendenti disabili, non solo nel caso di nuove assunzioni, sulla base delle seguenti tabelle:

- attività con più di 50 dipendenti: 7% di posti riservati a dipendenti disabili;
- attività con 36-50 dipendenti: 2 posti riservati a dipendenti disabili;
- attività con 15-35 dipendenti: 1 posto riservato a dipendenti disabili.

L'Anpal aveva poi stabilito che tutte le aziende con almeno 15 dipendenti si sarebbero dovute mettere in regola con le quote, anche in assenza di nuove assunzioni, entro il 1° marzo 2017.

Con l'approvazione dell'emendamento al D.L. Milleproroghe l'obbligo di assumere dipendenti disabili in tutte le aziende con almeno 15 dipendenti slitta al 1° gennaio 2018.

Fino a tale data restano in vigore le disposizioni sulle quote di riserva previste dalla precedente disciplina, la Legge n. 68/1999, nella quale si stabilisce l'assunzione obbligatoria di dipendenti disabili esclusivamente nel caso di nuove assunzioni di personale.