Articoli

Salute, cosa prevede il Servizio sanitario regionale

Un vademecum per i cittadini stranieri
Salute, cosa prevede il Servizio sanitario regionale

Il Servizio sanitario regionale garantisce l'assistenza sanitaria ai cittadini stranieri iscritti al Servizio sanitario nazionale e l'erogazione di determinate prestazioni sanitarie anche alle persone immigrate senza permesso di soggiorno: cure ambulatoriali ed ospedaliere urgenti (ad esempio in pronto soccorso) o comunque essenziali per malattie e infortunio, tutela della gravidanza e della maternità, tutela della salute dei minori, vaccinazioni, interventi di profilassi internazionale, profilassi, diagnosi e cura delle malattie infettive, interventi dei Sert (i Servizi per le tossicodipendenze) e per la salute mentale.

L'iscrizione al Servizio sanitario nazionale è gratuita. Occorre rivolgersi al Distretto dell'Azienda Usl di residenza con un documento di identità personale, il permesso di soggiorno (o il documento che comprova che il cittadino è in attesa del suo rilascio o del rinnovo), l'autocertificazione di residenza.

Agli stranieri temporaneamente presenti in Italia e non in regola con le norme relative all'ingresso e al soggiorno viene rilasciato un apposito tesserino di iscrizione al Servizio sanitario (STP, Straniero Temporaneamente Presente), a carattere temporaneo (6 mesi), rinnovabile, valido fino al termine della procedura di rilascio del permesso di soggiorno.

Su Regione Emilia-Romagna Salute è disponibile una pagina dove i cittadini stranieri possono reperire tutte le informazioni.