Home

Articoli

Contributo per il pagamento del canone di locazione (fondo affitto)

Con determinazione n. 421/2020 è stata approvata la graduatoria definitiva degli ammessi, dei non ammessi per esaurimento fondo e quella degli esclusi del Distretto socio sanitario di San Lazzaro di Savena per l'assegnazione dei contributi a sostegno del canone di locazione per l'anno 2019.

Descrizione del servizio

Il Distretto di San Lazzaro di Savena indice un Bando Pubblico per la concessione di contributi integrativi per il pagamento del canone di locazione, come previsto dalla Delibera di Giunta regionale n. 1815 del 28/10/2019.

I cittadini interessati potranno presentare domanda esclusivamente nel Comune del distretto in cui hanno la residenza.

Dove e a chi rivolgersi

Per informazioni, i residenti nel Comune di San Lazzaro possono rivolgersi allo Sportello Sociale del Comune di San Lazzaro, negli orari di apertura al pubblico.

I residenti degli altri Comuni possono rivolgersi allo Sportello Sociale del proprio Comune, negli orari di apertura, disponibili a questo link.

Presentazione della domanda

Chi può presentarla

La domanda può essere presentata da un componente maggiorenne incluso nel nucleo ISEE, anche non intestatario del contratto di locazione, purché residente nel medesimo alloggio oggetto del contratto di locazione.

Nel caso di più contratti stipulati nel corso dello stesso anno può essere presentata una sola domanda.

Nel caso di contratto di locazione cointestato a due o più nuclei residenti nel medesimo alloggio, oppure in caso di più contratti di locazione, per distinte porzioni del medesimo alloggio, intestati a distinti soggetti coabitanti, ciascun nucleo potrà presentare domanda di accesso al contributo separatamente.

Requisiti del richiedente

Possono fare richiesta i cittadini che, alla data di presentazione della domanda, sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • Cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione Europea, o di uno Stato extra U.E., in possesso di permesso di soggiorno di durata almeno annuale o di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (ex carta di soggiorno).
  • Residenza in uno dei Comuni del Distretto, nell'alloggio oggetto del contratto di locazione.
  • Titolarità di un contratto di locazione o di un contratto di assegnazione in godimento di un alloggio di proprietà di Cooperativa a proprietà indivisa.
  • Valore ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) relativo al nucleo familiare compreso tra 3.000,00 (valore minimo) ed 17.154,00 (valore massimo). Il valore ISEE preso in considerazione è quello così detto "ordinario" per le prestazioni sociali agevolate in corso di validità per l'anno 2020.
  • Canone mensile di affitto, comprensivo delle rivalutazioni ISTAT ed escluse le spese condominiali, non superiore a € 700,00.
  • Assenza di assegnazione di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica.
  • Assenza di titolarità di una quota superiore al 50% di diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio ubicato in ambito nazionale e adeguato alle esigenze del nucleo familiare ai sensi del D.M. 5/07/1975, ad eccezione dei casi previsti dal bando allegato.
  • Assenza a far data dal 1° gennaio 2019 di un contributo del Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli, o di un contributo per la Pronta Emergenza abitativa, di un contributo del Fondo di Solidarietà, o di un contributo per la sottoscrizione di un nuovo contratto a seguito di procedura esecutiva di rilascio dell’immobile, come meglio specificato nel bando allegato.
  • Assenza di Reddito di Cittadinanza o di Pensione di Cittadinanza.

Documenti da presentare

L'assegnazione del contributo per il pagamento del canone di locazione va richiesta utilizzando esclusivamente il modulo allegato alla presente scheda e disponibile anche presso:

  • lo Sportello Sociale, via Emilia 90, aperto al pubblico da lunedì a giovedì dalle ore 8:30 alle ore 12:30, e il giovedì pomeriggio anche dalle ore 14:30 alle ore 17:30;
  • l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP), Piazza Bracci 1, piano terra, negli orari di apertura al pubblico.

Alla domanda è necessario allegare:

  • fotocopia di un documento d'identità in corso di validità del richiedente;
  • per i cittadini non comunitari, fotocopia del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (ex carta di soggiorno) o del permesso di soggiorno non inferiore a un anno, in corso di validità.
  • Attestazione ISEE ordinario in corso di validità per l'anno 2020. Ai fini della presentazione della domanda entro il termine del 28/02/2020, saranno accolte con riserva le domande corredate da DSU 2020 e quelle con la solo autocertificazione del possesso del requisito. La DSU 2020 dovrà comunque essere integrata con l'attestazione ISEE 2020 entro il 15/05/2020 e l'autocertificazione dovrà essere integrata con la DSU 2020 entro il 30/04/2020 e con l'attestazione ISEE 2020 entro il 15/05/2020. 

In fase di presentazione del modulo di domanda non è necessario allegare la documentazione integrativa che attesta quanto dichiarato, ad eccezione dell’ISEE in corso di validità o della DSU, se possedute. Le integrazioni saranno richieste dal responsabile del procedimento nell’ambito dell’attività istruttoria e di verifica. A seguito della pubblicazione della graduatoria provvisoria dei beneficiari, sarà comunque richiesta, a chi risulterà in posizione utile, l’esibizione del contratto di locazione o d’uso, delle ricevute attestanti il pagamento del canone di locazione e del pagamento della tassa di registro. Tale documentazione dovrà pervenire entro il termine perentorio che sarà indicato nella richiesta.

Modalità di presentazione

Le domande per i residenti del Comune di San Lazzaro possono essere presentate mediante una delle seguenti modalità:

  • all'Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) negli orari di apertura al pubblico;
  • via fax, inviando la domanda al numero 051 6228283;
  • per posta, a mezzo raccomandata A/R indirizzata al Comune di San Lazzaro di Savena - Servizio politiche abitative, Piazza Bracci 1 - 40068 San Lazzaro di Savena;
  • per Posta Elettronica Certificata all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. da un indirizzo di posta elettronica certificata intestato al richiedente il contributo.

In caso di invio per posta, fax, o tramite altra persona è necessario allegare la fotocopia del documento di identità del sottoscrittore.

Nel caso di domande inviate per posta, la data di spedizione della domanda è stabilita e comprovata dal timbro dell'ufficio postale accettante; è ammissibile la raccomandata spedita tramite il servizio postale entro il termine previsto per la scadenza della presentazione delle domande, se pervenuta al Comune di San Lazzaro di Savena entro i 10 giorni successivi; a tal fine farà fede il timbro postale. Il Comune di San Lazzaro di Savena non è responsabile per l'eventuale dispersione delle domande, per l'indicazione inesatta del destinatario da parte del richiedente o per disguidi postali o comunque imputabili a terzi, a caso fortuito o a forza maggiore.

Le modalità di presentazione della domanda per gli altri Comuni del Distretto sono riportate nel Bando allegato.

Assistenza alla compilazione della domanda

Lo Sportello Sociale del Comune di San Lazzaro, esclusivamente per i cittadini residenti, fornisce assistenza alla compilazione della domanda e verifica la completezza della documentazione da allegare.

Per ricevere assistenza alla compilazione occorre fissare un appuntamento allo Sportello Sociale telefonando al numero 051 6228255 negli orari di apertura. In caso di assistenza alla compilazione del modulo, la domanda comprensiva della documentazione può essere consegnata direttamente allo Sportello Sociale.

Questionario anonimo

La Regione Emilia-Romagna ha delegato i Comuni a sottoporre ai cittadini un questionario anonimo per la rilevazione di alcune informazioni significative circa le condizioni abitative dei nuclei familiari residenti nel territorio, finalizzata alla predisposizione di una banca dati che la Regione utilizzerà per la programmazione degli interventi da effettuare nel settore abitativo; i questionari dovranno essere presentati entro il 28/02/2020.

Si invitano i cittadini, anche non richiedenti il contributi di cui al bando per l’affitto, a collaborare circa la compilazione e la consegna dei questionari, poiché i Distretti che non effettuano la trasmissione di tali dati alla Regione saranno esclusi dai riparti delle successive programmazioni.

Scadenza per la presentazione

Il termine ultimo di chiusura del bando è stato prorogato al 13 marzo compreso, con deliberazione n.173 del 09/03/2020 della Giunta Regionale dell'Emilia-Romagna, recepita dal Distretto di San Lazzaro di Savena  con determinazione dirigenziale n.169 del 10/03/2020.

Risposta

Tempi

L'elenco definitivo dei beneficiari sarà pubblicato entro il 31/08/2020.

Entro tale termine una commissione sovracomunale procederà alla formazione della graduatoria distrettuale provvisoria, all’eventuale esame dei ricorsi ed alla pubblicazione della graduatoria distrettuale definitiva. Saranno predisposti controlli sulla veridicità delle dichiarazioni rese su ciascuna domanda collocata in posizione utile per l'erogazione del contributo.

L’esito dell’istruttoria delle domande ai fini della formazione della graduatoria provvisoria, il riesame di eventuali istanze avverso la formazione della stessa graduatoria provvisoria e la conclusione del procedimento saranno comunicati mediante la pubblicazione della graduatoria distrettuale provvisoria e definitiva nell’albo pretorio on-line di ciascun Comune e sul sito internet dei Comuni del distretto.

I richiedenti che risulteranno utilmente collocati nella graduatoria provvisoria dovranno integrare le istanze presentate con la documentazione che i Comuni non potranno acquisire d’ufficio. La mancata presentazione della documentazione integrativa nei termini specificati con l’approvazione della graduatoria comporterà l’esclusione dal beneficio.

Modalità

Le domande valide saranno collocate in graduatoria, di ambito distrettuale, secondo l'ordine decrescente di incidenza del canone di locazione rispetto al valore ISEE. In caso di incidenza uguale, ha la precedenza la domanda con valore ISEE più basso. In caso di domande col medesimo valore ISEE ha la precedenza la domanda con il canone di locazione di importo più elevato.

L'assegnazione del contributo avverrà scorrendo la graduatoria fino ad esaurimento dei fondi disponibili. Ne consegue che non tutte le domande presentate, pur in condizione di ammissibilità e inserite nella graduatoria definitiva, potranno essere finanziate.

Il contributo erogato è pari a tre mensilità del canone di locazione, per un importo comunque non superiore ad € 2.100,00 complessivi. Il canone da prendere a riferimento è quello indicato nel contratto di locazione, senza le rivalutazioni ISTAT.

Il mancato pagamento da parte del conduttore del canone di locazione al locatore non è causa di esclusione dal contributo, salvo il fatto che da ciò non sia derivato l’avvio di un procedimento di sfratto per morosità con citazione per la convalida. Nel caso di ritardo nel pagamento del canone, il contributo sarà erogato direttamente al locatore a sanatoria della morosità maturata al momento dell’erogazione. Nel caso l’entità del contributo sia eccedente rispetto all’importo della morosità maturata al momento dell’erogazione, il contributo sarà ugualmente erogato direttamente al locatore dell'alloggio e la quota eccedente sarà corrisposta a titolo di anticipo sui canoni futuri.

Nel caso di contratto di locazione cointestato a due o più nuclei residenti nel medesimo alloggio il contributo sarà erogato, nel limite di tre mensilità, in misura proporzionale al canone di locazione corrisposto in capo al nucleo richiedente, come desumibile dal contratto e senza la rivalutazione ISTAT, fermo restando il massimo concedibile.

In caso di più contratti di locazione, per distinte porzioni del medesimo alloggio, intestati a distinti soggetti coabitanti sarà considerata distintamente la loro situazione economica e l’importo del canone di ciascun contratto di locazione e il contributo sarà erogato a ciascun nucleo familiare risultante in posizione utile, nel limite di tre mensilità del canone di locazione in capo al singolo nucleo, fermo restando il massimo concedibile

Qualora il contratto di locazione scada prima dell'erogazione del contributo, il richiedente deve produrre tempestivamente copia del nuovo contratto o del rinnovo di quello in essere.

In caso di trasferimento della residenza in altro Comune al di fuori dell’ambito distrettuale, dopo la presentazione della domanda e chiusura del bando, il contributo spettante sarà calcolato in proporzione ai dodicesimi relativi ai canoni di locazione corrisposti per l’alloggio, in vigenza del requisito di residenza presso uno dei Comuni del Distretto di San Lazzaro di Savena.

Responsabile del procedimento

Funzionario sostituto ai sensi della L. 241/90