Articoli

Dimissioni protette

Descrizione del servizio

Il progetto Dimissioni Protette è uno dei servizi delle rete socio-sanitaria integrata che avvia, già durante la degenza in ospedale, tutte quelle procedure socio-sanitarie per dare all’anziano 'fragile' il massimo della tutela al momento delle dimissioni, coinvolgendo, di volta in volta e dove necessario, tutti gli attori dell’assistenza territoriale:

  • il Medico di Medicina Generale,
  • il Servizio Infermieristico,
  • il Servizio sociale per un'eventuale assistenza domiciliare integrata,
  • i Servizi Sociali comunali,
  • l’Unità di Valutazione Geriatrica per eventuale ingresso in struttura o concessione assegno di cura.

Lo scopo è quello di sostenere la persona anziana nel rientro a casa, garantendo la continuità della cura e l'assistenza.

A chi è rivolto

Il servizio è destinato a tutti quei pazienti ricoverati in ospedale che necessitano di eventuale sostegno attraverso l'attivazione/ampliamento di servizi territoriali, semiresidenziali o residenziali.

Chi può richiederlo

Le dimissioni protette vengono attivate dai reparti ospedalieri di degenza.

Il reparto segnala al Dipartimento di Cure Primarie il nominativo del paziente da dimettere attraverso la scheda di dimissione protetta, che viene inoltrata all'Assistente sociale del Comune.

Risposta

Responsabile del procedimento

Maria Rosa Ianuario - Servizi sociali per anziani

Funzionario sostituto ai sensi della L. 241/90

Giovanni Agrestini - Settore Welfare