Home/Appuntamenti/Diritti a fior di pelle. Incontro sulle donne senza dimora

Appuntamenti

Diritti a fior di pelle. Incontro sulle donne senza dimora

Venerdì 16 Febbraio, dalle ore 15:00 alle ore 19:00 - Sala "Marco Biagi", Via Santo Stefano 119, Bologna

diritti a fior di pelleUltimo incontro di due giornate formative sul tema delle donne senza dimora organizzate da Avvocato di Strada Onlus.

L'incontro è diviso in due parti. La prima si intitola "La necessità di un approccio di genere. Politiche e azioni di contrasto al fenomeno sul territorio bolognese e a livello nazionale".

Intervengono la dottoressa Monica Brandoli di ASP Bologna e Cristina Avonto, presidentessa di fio.PSD, Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora, con una panoramica sulle politiche e sulle azioni volte al contrasto del fenomeno. Ci si sofferma sui progetti europei, nazionali e regionali al riguardo, esistenti o in corso di realizzazione.

La seconda parte, intitolata "La donna senza dimora. La tutela della salute e la tutela giuridica", è portata avanti dal dottor Angelo Rossi di Associazione Sokos, e dall'avvocato Gianluca Cardi di Avvocato di strada Onlus.

L'associazione Sokos è formata da medici volontari che si dedicano all'assistenza di pazienti che non possono usufruire del SSN. Il dottor Rossi affronta il problema dell'accesso alle cure mediche per le donne senza dimora e le difficoltà legate all'assenza di una residenza. Analizza inoltre la peculiarità della vita della donna, caratterizzata da cicli e cambiamenti che portano a bisogni diversi e necessitano di particolare assistenza. L'avvocato Cardi di Avvocato di strada Onlus, espone infine il caso di una richiesta di protezione internazionale in Italia da parte di una donna vittima di tratta. Il caso permette di affrontare temi come la violenza domestica, l'abuso sessuale e il diritto dell'immigrazione.

L’evento è accreditato dall'Ordine degli Avvocati di Bologna con 5 crediti formativi: 2 crediti per la giornata del 9 febbraio e 3 crediti per la giornata del 16 febbraio. L'Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Emilia-Romagna ha invece accreditato l'evento con 7 crediti formativi.

Contenuti correlati